Il Superiore Generale Redentorista è ottimista sulla situazione della Congregazione

0
196
(de izquierda) El Vicario General, el P. Francois Stanula, el Superior General, el P. Rogério Gomes, y el Provincial, el P. Martin Leitgöb describieron la situación de los Redentoristas en una conferencia de prensa. ÖOK/tb

L’origine brasiliana di P. Gomes, nato nel 1974, che è stato eletto Superiore Generale della Congregazione del Santissimo Redentore nel settembre 2022 e da allora guida circa 4.500 Redentoristi in tutto il mondo. Una tradizione prevede che il Superiore Generale e il Vicario Generale dell’ordine visitino Vienna nella festa di San Clemente all’inizio del loro mandato. Pertanto, per la prima volta durante il suo mandato visita uno dei luoghi di lavoro più importanti di San Clemente e la sua tomba nella chiesa di Maria am Gestade.

Oltre ai servizi religiosi e agli scambi con i Redentoristi viennesi, il Superiore Generale ha anche avuto il tempo di descrivere la situazione dei Redentoristi in una conferenza stampa. La Congregazione in Europa è in un processo di ristrutturazione in una fase di crescente secolarizzazione e diminuzione delle vocazioni.

La Congregazione è ancora viva

“Se si guarda la situazione, alcuni dicono che è una realtà pessimistica. Ma non la vedo con pessimismo”, ha detto padre Rogério Gomes. Il lavoro degli oltre 1.000 Redentoristi rimane importante e resta ancora molto da fare. La Congregazione, quindi, è ancora viva in Europa.

La situazione è simile in Nord America. Anche la Conferenza Sudamericana e dei Caraibi risente della crescente secolarizzazione, ma è attualmente la conferenza con il maggior numero di membri. I Redentoristi stanno crescendo in Asia e Oceania. In Vietnam e Indonesia, in particolare, le vocazioni sono in forte aumento; In Indonesia ci sono attualmente fino a 26 novizi. Ci sono molte vocazioni anche in Africa e Madagascar, ma lì è difficile mantenerle – anche a causa della difficile situazione economica.

La gioia della chiamata dà speranza

Padre Rogério Gomes dà speranza alla gioia dei suoi confratelli – compresi anziani e malati – nella loro vocazione. “Abbiamo giovani molto creativi che contribuiscono con il loro nuovo linguaggio ad annunciare il Vangelo”, ha spiegato, citando, ad esempio, le reti sociali. Dopotutto, il carisma principale dell’Ordine è annunciare il Vangelo. Per fare ciò è necessario collocare le costituzioni nel contesto attuale. Ha inoltre sottolineato: “È importante migliorare la nostra vita comunitaria e la nostra vita spirituale. Ciò ha un impatto diretto sulla nostra missione”.

Pertanto, è un atteggiamento sbagliato non vedere alcun futuro per i Redentoristi in Europa e negli Stati Uniti. “Dobbiamo fare quello che dobbiamo fare con tutte le nostre forze. Se non raggiungiamo l’obiettivo, almeno ci proviamo. Sarebbe molto triste se la comunità scomparisse perché ci siamo chiusi allo spirito”, ha detto padre Rogério Gomes.

Alla vigilia della festa, il 14 marzo 2024, ha tenuto una funzione solenne nella chiesa di Santa Maria a Vienna-Hernals. Lo stesso giorno della celebrazione, padre François Stanula ha presieduto una funzione religiosa presso l’altare clementino di Maria am Gestade. La messa centrale di questa celebrazione ha avuto luogo lì alle 18:00 con il Provinciale dei Redentoristi Vienna-Monaco, p. Martin Leitgöb, nella quale P. Rogério Gomes ha tenuto l’omelia.