L’icona del Perpetuo Soccorso è venerata per 155 anni nella chiesa di Sant’Alfonso, a Roma

0
393
Solemn installation of the miraculous picture of Our Lady of Perpetual Help in the church of St Alphonsus on the Esquiline Hill in Rome, 26 April 1866. Picture at the Perpetual Help altar in St. Mary Magdalene church, Brussels-Jette.

(Roma) La venerazione pubblica dell’icona della Madre del Perpetuo Soccorso iniziò nella chiesa di Sant’Alfonso, a Roma, il 26 aprile 1866. Quest’anno il 26 aprile segna il 155° anniversario della venerazione pubblica dell’icona, che è stato consegnato ai Redentoristi da Papa Pio IX. In questa occasione, nel Santuario della Madre del Perpetuo Soccorso, a Roma, la comunità Redentorista locale, insieme ai fedeli, si riunirà per l’Eucaristia, presieduta da p. Maikel Dalbem, C.Ss.R., alle 18.30. (Ora di Roma). Prima della messa, alle 17. (Ora di Roma), i canti mariani saranno eseguiti dal coro polifonico “Musica Creator”. Si possono seguire online i festeggiamenti a Roma sul canale YouTube di Scala News.

La solenne installazione dell’Icona miracolosa della Madonna del Perpetuo Soccorso nella chiesa di Sant’Alfonso sull’Esquilino a Roma, dopo mezzo secolo di abbandono, è registrata dal cronista nelle seguenti parole:

La sera di giovedì 26 aprile 1866, una processione trionfale lasciò la modesta casa dei Padri Redentoristi. Una felice coincidenza: proprio in questo giorno si celebrava la festa di San Cleto, papa e martire. La sua casa paterna era stata costruita nel I secolo nel recinto di Villa Caserta [ora sede della casa religiosa redentorista a Roma], successivamente trasformata in cappella dove si rifugiarono i primi cristiani e onorata con il titolo di san Matteo. La chiesa di Sant’Alfonso fu successivamente costruita sulle rovine di questa chiesa.

Sotto un magnifico baldacchino, circondato da numerosi sacerdoti, apparve la Sacra Immagine, seguita da un Vescovo. Successivamente sono stati i Superiori Generali di varie comunità religiose, e infine una moltitudine di fedeli che pregavano e cantavano le glorie della Madonna. Le case erano decorate con bandiere, arazzi e drappi che pendevano dai balconi; il terreno era disseminato di fiori.

Diverse guarigioni furono ottenute mentre l’immagine miracolosa passava. Maria ha ripreso possesso del suo Santuario e ha continuato, senza mai cessare, il corso dei suoi prodigi.

Da questo giorno è iniziato un solenne triduo. Secondo la testimonianza di un testimone oculare, più di cinquantamila persone si sono prostrate davanti alla Sacra Immagine durante questi tre giorni di preghiera.

(www.santalfonsoedintorni.it)

Vedi gli articoli sull’Icona del Perpetuo Soccorso e sulla devozione ispirati a questa Immagine Miracolosa

Print Friendly, PDF & Email