Il teologato di Sant’Alfonso in mezzo al covid in Vietnam

0
558

Rispondendo all’invito dell’Arcivescovo Joseph Nguyen Nang (Arcidiocesi di Saigon), con l’incoraggiamento del Superiore Provinciale, molti fratelli del Teologato Sant’Alfonso hanno firmato per unirsi al “Gruppo Volontario di Religiosi” per servire i pazienti del covid-19.

Dopo aver considerato le condizioni di salute e mediche, la sera del 21 luglio 2021, l’Ufficio dell’Arcidiocesi di Saigon ha annunciato un elenco di 206 fratelli e sorelle religiosi che si sono offerti volontari per servire i pazienti del covid-19, tra cui molti fratelli redentoristi.

La mattina del 22 luglio, nella cappella del teologato, P. Joseph Do Dinh Tu ha presieduto la messa per pregare per la pace e ha incaricato la missione di curare i malati di covid. Dopo la Messa, i nostri fratelli redentoristi si sono messi ufficialmente al servizio, con la convinzione che Dio sta lavorando con loro (cfr. Mc 16,20).

Questa è un’ottima opportunità per i Redentoristi di immergersi nella missione della loro vocazione consacrata. Continuiamo a pregare per questi fratelli, così come per tutti i medici, infermieri e volontari medici, affinché siano al sicuro e abbiano l’energia per servire.

Raggiungere i poveri e i più abbandonati

Grazie alla generosità dei benefattori, che hanno aiutato questa settimana insieme ai teologi del Teologato Sant’Alfonso che sono riusciti a comprare più di 3 tonnellate di riso, 3 quintali di verdure, 200 bottiglie di salsa di pesce, 200 bottiglie di olio da cucina, 1.000 uova, 1.000 pacchi di noodles da distribuire alle famiglie povere che vivono intorno al Teologato.

Dopo aver condiviso con i poveri nel pomeriggio del 21 luglio, un fratello si è commosso ed emozionato quando ha visto “Un povero uomo che  è scoppiato in lacrime quando ha ricevuto 10 kg di riso”. Infatti, non sono i religiosi che “predicano” ai poveri, ma sono i poveri che “evangelizzano” i religiosi”.

La situazione della pandemia da Covid-19

La mattina del 20 luglio, il Ministero della Salute ha annunciato 2.155 nuovi casi di Covid-19, di cui 2.154 registrati a livello nazionale in 24 province e città; Ho Chi Minh City da sola ha 1.519 casi. Secondo il Ministero della Salute, 2.155 nuovi casi annunciati, registrati dalle 18:30 del 19 luglio alle 6 del mattino del giorno dopo, ci sono 58.026 – 60.180 pazienti di Covid-19 in Vietnam. Dall’inizio dell’epidemia (gennaio 2020) ad oggi, il Vietnam ha un totale di 60.180 casi, di cui 58.100 sono casi nazionali e 2.080 casi importati. Il numero di nuovi casi registrati nel paese dal 4° focolaio (27 aprile) ad oggi è di 56.530 casi, di cui 8.273 pazienti sono stati dichiarati guariti.

Duc Trung Vu CSSR

Print Friendly, PDF & Email