Conclusa la prima fase del Capitolo generale della Conferenza Asia-Oceania a Bali

0
322

(Indonesia) Il 7 giugno 2022 si è conclusa la prima fase del Capitolo generale della Conferenza dell’Asia Oceania a Bali, in Indonesia. La prima fase ha riflettuto sulla Relazione della Conferenza e sul Piano strategico elaborati a seguito della riflessione sul Documento di lavoro per il Capitolo generale. Sia la Relazione della Conferenza che il Piano strategico sono stati discussi, modificati e redatti e infine votati all’unanimità dai delegati. Anche tutte le altre questioni sono state deliberate come i Postulati per il Capitolo generale e votate.

La Relazione della Conferenza afferma che:  La Conferenza dell’Asia-Oceania è composta da 13 Unità, presenti in 16 Paesi. Queste sono: Le Province di Vietnam, Indonesia, Bangalore, Liguori, Oceania, Thailandia e Cebu; le Vice Province di Manila, Majella, Giappone e Malesia e Singapore; le Regioni di Colombo e Corea e la Missione in Cina. Ogni Paese possiede una propria ricchezza in termini di pluralità di lingue, culture, religioni e spiritualità, che aggiunge molto sapore alla vita apostolica e alla missione della Conferenza.

Il Rapporto ha presentato la situazione della Conferenza, le sfide che essa deve affrontare e, allo stesso tempo, le speranze della Conferenza per il futuro. In conclusione, il rapporto ha affermato che: La Conferenza dell’ Asia-Oceania è una grande e vibrante Conferenza della Congregazione Redentorista. All’interno della Conferenza, c’è unità di visione, qualità che enfatizza le relazioni di solidarietà.

La povertà, le crisi migratorie e dei rifugiati, l’ascesa del populismo e la secolarizzazione sono solo alcuni dei problemi che i nostri Paesi devono affrontare. La reimmaginazione e la rivitalizzazione della nostra identità redentorista possono aiutarci a rispondere a queste situazioni in modo più efficace e appassionato, offrendo a un mondo ferito un messaggio di redenzione di Dio per tutti.

Uno dei tratti distintivi di questa Prima Fase è stato l’ascolto della condivisione dei Confratelli dello Sri Lanka, che hanno avuto molte difficoltà a venire a Bali. Hanno raccontato la situazione dello Sri Lanka e l’intero corpo dei delegati ha espresso la propria solidarietà ai confratelli e al popolo dello Sri Lanka.

La prima fase si è conclusa con un messaggio del Padre Generale e un’intervento di P. Jovencio Ma che ha ringraziato il Superiore Generale P. Michael Brehl, C.S.R., per la sua presenza alla Conferenza e ha sottolineato che questa è l’ultima volta che il P. Generale sarebbe stato presente alla Conferenza come Superiore Generale. L’intera Conferenza dei delegati si è alzata in piedi per dare a padre Michael Brehl un paio di minuti di standing ovation e ha cantato il Vivat per lui in segno di gratitudine e affetto.

La Conferenza attende ora l’Assemblea della Conferenza e poi la seconda fase (canonica) del Capitolo generale. La Provincia di Indonesia, guidata dal Provinciale P. Joakim, ha regalato a tutti i partecipanti una tradizionale camicia batique. Il calore e l’ospitalità di p. Joakim e della Provincia di Indonesia sono stati straordinari nell’ospitare questa prima fase del Capitolo generale.

Joseph Ivel Mendanha, C.Ss.R.

Print Friendly, PDF & Email