Italia: A Colle S. Alfonso si celebra il primo Capitolo della Provincia di Europa Sud

0
1294

Con la messa dello Spirito Santo, celebrata dal superiore provinciale p. Gennaro Sorrentino, nella chiesa di San Michele, attigua alla casa di Colle S. Alfonso (circa 20 km a sud di Napoli), ha avuto inizio il primo Capitolo provinciale della nuova unità di Europa Sud, che si è svolto dal 10 al 15 giugno. Un evento storico che vede riuniti confratelli, provenienti dalle diverse aree della vasta Provincia, insieme ai rappresentanti delle Vice provincie e agli ufficiali. 

I momenti di preghiera, appositamente preparati nelle varie lingue, hanno favorito il discernimento comunitario, nell’ascolto attento dello Spirito Santo, il quale apre nuove vie all’evangelizzazione e suscita per il suo popolo annunciatori forti e coraggiosi, capaci di testimoniare il Vangelo, in un mondo in costante trasformazione. 

Fondamentale in questo processo di ascolto comunitario l’articolata riflessione (Cambio di paradigma nella vita consacrata europea. Insostenibile leggerezza o rigenerazione?) del clarettiano spagnolo p. José Cristo Rey Garcia, teologo e docente, e densa di contenuti stimolanti.

I lavori si sono svolti in un clima fraterno e sereno, di confronto aperto e proficua collaborazione, con l’obbiettivo di rinnovare e rilanciare la missione redentorista. A rendere più vivace e propositiva l’assemblea, la presenza di numerosi confratelli giovani, impegnati su vari fronti e portatori di idee nuove e di entusiasmo. 

Un capitolo vivace e impegnativo, dai ritmi serrati, che ha visto i confratelli alternarsi tra l’aula e i quattro gruppi di lavoro, in un cantiere di idee., proposte e interessi comuni. Fondamentale il lavoro di preparazione della Commissione che ha agevolato lo svolgimento dei lavori. Tutti hanno avuto l’opportunità di esprimersi e di conoscersi, con uno sguardo più consapevole sulle varie realtà della Provincia e tante attese per il suo futuro. 

La messa a fuoco è stata su temi centrali: La Missione della nuova Provincia, che dovrà essere tematizzata nel Piano Pastorale e attuata dai segretariati, con l’apporto delle commissioni e dei laboratori missionari. E infine l’esame della Bozza degli Statuti, che dovranno essere approvati, dopo il vaglio delle comunità.

Molte sono le sfide che nei prossimi anni attendono la missione dei Redentoristi nel sud dell’Europa. Progetti, speranze e attese sono state presentate al Signore, nella celebrazione conclusiva, presso la Basilica di S. Alfonso a Pagani, presieduta dal superiore generale p. Rogerio Gomes, che ha consegnato il suo messaggio ai confratelli, incoraggiandoli e sostenendoli in questa tappa del cammino della Provincia. 

Un pranzo conclusivo ha rinsaldato i legami di fraternità che hanno caratterizzato questi giorni di grazia, vissuti all’insegna della creatività e dell’impegno missionario. 

P. Vincenzo La Mendola C.Ss.R.