CONGRESSO NAZIONALE DEI LEADER DEI GIOVANI REDENTORISTI IN BRASILE

1
1066

Gioia, amicizia e responsabilità sono stati il marchio espresso sul volto di ognuno dei circa 80 giovani che hanno partecipato al Congresso Nazionale dei leaders della Gioventù Missionaria Redentorista (Jumire), a Trinidad (Brasile), dal 5 al 8 novembre. L’evento è stato promosso dalla Commissione Nazionale della Gioventù Redentorista e organizzato dalla Jumire di diversi stati GO-TO-MT-DF.
I Giovani leader provenienti da tutte le unità Redentoriste brasiliane, ad eccezione di Recife, oltre ai membri che accompagnano il lavoro dei giovani in ogni Provincia e Vice-Provincia e membri della commissione, hanno avuto momenti di formazione, di preghiera e di integrazione.
Il giorno 6 novembre, la Messa di apertura si è tenuta nella Chiesa Matrix Divino Padre Eterno, con la trasmissione da Rede Vida. Poi i giovani sono stati accolti con grande animazione nella sala parrocchiale Silverio Negri.

Dopo la presentazione di ogni unità, ci sono stati due conferenze. La prima è stato offerta da Padre Marcos Silva, C.Ss.R., Redentorista della vice-provincia di Bahia. Egli ha parlato delle radici, la spiritualità, il carisma e la gioventù della Congregazione del Santissimo Redentore. Il sacerdote ha fatto una serie di domande ai giovani e li ha invitati a vivere la realtà umana come missionari. “Riconosciamo le croci della nostra vita, i nostri limiti, facendo un nuovo cammino, proponendosi ognuno a diventare presenza e testimonianza. Questa preoccupazione è quella di cui abbiamo bisogno di averla nel nostro cuore, uscendo da noi stessi, saremmo toccati dalla realtà dell’altro. Essere un Redentorista è questo: seguire il redentore. Si tratta di uno stile di vita, un modo di vivere in modo diverso”, ha detto.

jumire_Comissao_oficial

Poi è stata la volta di padre Antonio Ramos do Prado, consulente della Commissione Episcopale per il Settore Giovanile, che ha parlato sulla evangelizzazione dei giovani dal documento n. 85 della CNBB.
Ha fatto una rassegna storica dei giovani in Brasile e ha presentato i tre assi fondamentali del documento: conoscenza della realtà, sguardo d fede e linee di azione. “Quando si tratta di giovani si parla anche di sfida. Si deve parlare con i giovani, conoscere loro prima e poi evangelizzare”, ha detto il sacerdote. Dalle conferenze, i giovani si sono riuniti in gruppi per discutere alcune questioni rilevanti in merito agli argomenti trattati.
Il giorno 7, proseguendo la struttura formativa, Padre Fabio Pascoal, C.Ss.R., Redentorista dela Provincia di Goiás, tratto di forma dinamica e attuale, la spiritualità della Santissima Trinità come fonte di misericordia, la redenzione e la missione . “Abbiamo il Padre che offre, il Figlio, in ginocchio, che si prostra completamente, consegnandosi se stesso per noi, e lo Spirito, che è il soffio della vita, difensore e consolatore. Al centro di questo movimento di amore c’è l’umanità”, ha detto sacerdote Pascoal.

La devozione alla Madonna del Perpetuo Soccorso è stata inoltre discussa al congresso. “Con Maria presentiamo al mondo il nostro Perpetuo Soccorso” è stata la conferenza presentata da Padre Angelo Licati, C.Ss.R., anche lui dalla unità di Goiás. Ampiamente applaudito dai giovani, il sacerdote ha parlato dele diverse donne rappresentate nel Vangelo, mettendo in evidenza il motivo per cui la figura di Maria ha una tale importanza. “Quando Papa Pio IX ha chiesto ai Redentoristi farla conoscere in tutto il mondo’, ha chiesto all’umanità mai disperare in qualsiasi situazione e di trovare nel Perpetuo Soccorso la liberazione. Da Maria andiamo a Gesù e da Gesù andiamo al Padre. Attraverso di lui, la vita eterna! “Disse il padre Angelo.
Il giovane Rafael Lima, della provincia di Rio, ha finito il congresso con il cuore toccato dal Redentore: “E’ stato spettacolare! L’organizzazione, l’accoglienza, gli incontri, le conferenze. L’evento è stato importante per noi, è stato meraviglioso servire in Jumire e ha fatto crescere cose come l’amicizia. Ho finito la riunione pronto a dare frutto, annunciare il Redentore! Ogni giorno che passa, cresce nel mio cuore il desiderio di lavoro missionario. Siamo tutti insieme per un unico scopo: amare il prossimo”.

Brenda Melo

Print Friendly, PDF & Email

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here