Settimana Teologica della Diocesi di Prato, conferenza del Prof. G. Witaszek CSsR

1
1656

Dal 12 al 15 gennaio 2016  si è svolta a Prato (Toscana) la Settimana Teologica organizzata dall’omonima Diocesi. Si è trattato di un ciclo di quattro incontri curati da Mons. Basilio Petrà, vicario episcopale per la formazione teologica, sulla Misericordia, argomento opportunamente scelto in concomitanza con il Giubileo Straordinario della Misericordia indetto da Papa Francesco l’11 aprile 2015. Gli incontri che si sono svolti nel Palazzo del Seminario Vescovile, erano rivolti soprattutto ai presbiteri ma aperti anche a tutti i laici interessati, in particolare a coloro che sono impegnati nelle parrocchie e nelle varie associazioni o gruppi cattolici. Agli incontri ha preso parte anche  Mons. Franco Agostinelli, Vescovo della Diocesi di Prato.

Si è iniziato martedì 12 gennaio con il primo incontro dal tema: Eterna è la sua misericordia. Il volto della divina misericordia, relatore padre Gabriel Witaszek, professore ordinario di teologia morale biblica presso l’Accademia Alfonsiana di Roma.

Attraverso l’analisi del Salmo 136, dove in ogni versetto  si ripete per ben 26 volte l’antifona “perché eterna è la sua misericordia” il Prof. Witaszek ha evidenziato e approfondito la teologia della misericordia divina. Nel centro dell’antifona risuona la parola misericordia come attributo divino che sta alla base di tutta l’opera salvifica. La misericordia, in quanto attributo divino è trascendente, ma la sua natura è quella di comunicarsi con l’uomo, attraverso le opere di Dio. Questa misericordia ha anche una qualità eterna e spezza il limite del tempo e dello spazio ponendo nel creato e nella storia un germe di eterno e di infinito. E’ per questo che gli eventi della salvezza, pur essendo legati al passato, hanno un’efficacia che si rinnova  nell’ “oggi” liturgico e si aprono alla pienezza escatologica. La nostra storia resta aperta alla speranza. Gesù dà la visibilità alla misericordia del Padre, perciò Papa Francesco scrive nel Documento d’indizione dell’Anno Giubilare: “Gesù Cristo è il volto della misericordia del Padre” (MV 1). Attraverso l’Incarnazione Gesù esprime la misericordia anche in modo umano.

Il convegno è proseguito nei giorni successivi con interventi particolarmente degni di nota che hanno focalizzato l’attenzione su altri aspetti della Misericordia: Onnipotenza divina e misericordia. Giustizia e perdono, di Andrea Grillo, docente di teologia sacramentaria e di filosofia presso il Pontificio Ateneo Sant’Anselmo di Roma; L’annuncio ecclesiale della misericordia. Il sacramento del perdono, di Mons. Basilio Petrà, professore di teologia morale presso la Facoltà teologica dell’Italia Centrale; Le opere di misericordia, relatore don Gianni Cioli, docente di teologia morale presso la Facoltà Teologica dell’Italia Centrale.

Gabriel Witaszek CSSR, Roma

Print Friendly, PDF & Email

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here