Icona d’amore, farla conoscere a tutto il mondo (dalla Colombia)

1
1513
I missionari redentoristi della Provincia di Bogotà, dal Segretariato di Spiritualità, ci propongono un testo per la riflessione  in questi tempi di preparazione e celebrazione del Giubileo dei 150 anni di Amore della Madonna del Perpetuo Soccorso.

Se tratta del testo che ha come titolo “L’Icona del Perpetuo Soccorso, pedagogia famigliare”, scritto da Noel Londoño Buitrago, CSsR.

MPHmaProponiamo solo il primo paragrafo del testo:

“Se si facesse un’indagine per sapere quale è l’immagine della Vergine Maria che più si venera nelle famiglie cattoliche del mondo ci sarebbero  certamente molte varietà. Ci sono regioni in cui prevale qualche vocazione particolare, la Vergine di Lourdes o di Guadalupe o del Carmen, o  qualche vocazione locale. Pero se lo studio fosse universale e includesse regioni remote dell’Asia e dell’Amazzonia, e comunità di rito orientale, certamente l’immagine più venerata “in modo trasversale”  nel mondo è l’icona del Perpetuo Soccorso.

Non credo che sia solo per la pastorale dei missionari redentoristi, ma per molti fattori inerenti alla stessa immagine: il fatto di essere un ICONA e di presentare Gesù con sua madre ( e non la Vergine Maria da sola), la teologia che rivela, la tenerezza che manifesta, la vicinanza e la protezione che esprime. L’icona del Perpetuo Soccorso è una piccola biblioteca di vita cristiana e così l’ha percepita il popolo di Dio…”

Il testo presenta le seguenti parti: Presenza nelle case, sintesi di tradizioni, figlio, madre e conclusione.

Mons. Noel Londoño ricorda verso la fine che l’interpretazione dell’immagine non può essere fatto solo dal pensiero occidentale, c’è qualcosa che va oltre la nostra abitudine, ad esempio, il fatto che l’importanza dell’icona è legata al modo in cui siamo “guardati” e non come noi la guardiamo … non una percezione dell’eterno dall’effimero, ma, al contrario, una prospettiva di vita quotidiana dal sublime.

“Orsù dunque, avvocata nostra,
rivolgi a noi gli occhi tuoi misericordiosi.
E mostraci, dopo questo esilio, Gesù,
il frutto benedetto”

Noel Londoño, C.Ss.R., vescovo di Jerico, Colombia

Per leggere il testo completo:

Print Friendly, PDF & Email

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here