In missione verso l’Australia

1
3271

Suor Maria Celeste, O.Ss.R. darà l’addio prima di iniziare il suo viaggio attesissimo in Australia. Da più di un anno, Suor Maria Celeste è stata scelta per servire come maestra delle novizie nel convento Santissimo Redentore a Maitland, New South Wales.
image001

“Si tratta di una missione che Dio mi ha dato. Tre donne che desiderano entrare nel monastero delle Redentoriste, e tre donne devono discernere la loro vocazione”, ha detto. “Non è falsa umiltà quando dico che non sono una Maestra delle novizie, ma solo una semplice suora. Ma io darà il mio cuore per amare ed aiutare, e volentieri condividere il modo di vita delle Redentoriste, essendo una memoria viva di Gesù, nostro Redentore”.

Anche se la spiritualità e il carisma Redentorista sono gli stessi in tutto il mondo, la vita è diversa in ogni monastero. “Nella sua saggezza, il vescovo William Wright, della diocesi di Maitland-Newcastle ha suggerito di prendere abbastanza tempo per imparare il ritmo della vita, e conoscere le candidate”, ha detto suor Celeste.

Situato a tre ore a nord di Sydney, il Monastero del Santissimo Redentore è costruito sulle alture di Bolwarra Hunter Valley che si affaccia su un bellissimo lago e un paesaggio naturale che confina con le foreste che coprono le montagne di Paterson. Le Redentoriste in Australia sono l’unica comunità di lingua inglese che indossano ancora le lunghe vesti rosso e blu e osservano una forma tradizionale di vita religiosa: La Messa quotidiana, l’Ufficio Divino sette volte al giorno, la meditazione, il lavoro, la lettura spirituale, la penitenza, il sacro silenzio e la ricreazione.

Padre John Schmidt, direttore del Centro di Salute di San Clemente, ha organizzato la cerimonia di invio per le missioni di Suor Maria Celeste la scorsa settimana. Le comunità dei redentoristi di Liguori e della zona di St. Louis si sono uniti alle Redentoriste per augurargli benedizioni, amicizia, sostegno e preghiere per la missione. “Speravo solo di condividere la preghiera della sera, una benedizione e la cena, ma il pomeriggio è stato meglio di quanto avrei mai potuto immaginare”, ha detto.

Dopo la celebrazione e una speciale benedizione, Padre John ha dato a suor Maria Celeste una croce della missione. “Sono molto grato, ma ora ho più di una croce da portare!”, ha scherzato.

“Mi sono commossa fino alle lacrime quando insieme a padre John ho portato l’icona del Perpetuo Soccorso intorno alla cappella per farla venerare da tutti presenti. Ho dato loro un piccolo regalo come segno della mia gratitudine, e ho ringraziato Dio e tutti il bel pomeriggio pieno di grazia e per la splendida serata”, ha detto.

Suor Maria Celeste ha considerato Liguori come la sua casa. E’ arrivata nel 1993, e dopo 18 anni è stata una delle quattro Redentoriste inviate per stabilire la nuova fondazione in Thailandia nel 2011. L’accordo con il monastero di Australia è di quattro anni, ma lei ha detto, “Qualunque cosa Dio vuole. Farò del mio meglio con il vostro aiuto, e conto sulla preghiera di tutti coloro che si sono impegnati per ricordarsi di me, come io li ricorderò nella mia preghiera quotidiana.”

image003John P. Schmidt e Suor Maria Celeste portano l’icona del Perpetuo Soccorso al fratello Paul Yasenak per la venerazione durante la cerimonia di partenza per la missione.
da Kristine Stremel

Print Friendly, PDF & Email

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here