La ristrutturazione richiede un rinnovo profondo e un nuovo spirito missionario (p. Jacek Zdrzalek)

1
1505

(Foto del 2011, incontro a Roma, Curia generale)

La ristrutturazione richiede un serio aggiornamento e un nuovo spirito missionario

Jacek_Zdrzalek(Roma, 7 giugno 2016) – Si tratta di un colloquio con Padre Jacek Zdrzalek (52 anni), il Coordinatore della Conferenza dei Redentoristi d’Europa. Egli è un membro della Provincia di Varsavia. Ha fatto i primi voti nel 1985, 31 anni fa. E ‘stato ordinato sacerdote 26 anni fa, nel 1990. Egli dice: “Ora ho dietro di me i primi importanti giubilei nella mia vita e la seconda metà della mia vita ha iniziato qualche tempo fa – ma grazie a Dio io ancora non so se sono più vicino alla fine o solo iniziando la seconda parte! ”

 

Si prega di condividere con noi la tua esperienza. Che cosa sei stato in grado di realizzare, promuovere, incoraggiare e accompagnare nella vita e nella missione della vostra Conferenza?

Tutto è iniziato durante l’Assemblea della Conferenza dei Redentoristi di Europa (CRE) a Cortona (Italia) nel marzo 2011, in cui i partecipanti hanno proposto tre di noi come candidati. Poi il Consiglio Generale ha nominato i Coordinatori nel mese di aprile 2011. Tuttavia, i coordinatori sono davvero in carica dal giugno 2011.

Le attività della Conferenza erano a così tanti livelli che è davvero molto difficile solo per citarne tutti loro. Ogni Conferenza ha scritto una relazione speciale per il Capitolo generale, in cui si è cercato di descrivere gli ultimi sei anni. Ci sono voluti molte pagine. Ora, io sceglierò quegli aspetti che sono più significativi per me. Per me, la formazione iniziale è una delle questioni più importanti. In questi anni, abbiamo iniziato molte nuove esperienze in formazione. Un totalmente nuova esperienza è stata la preparazione comune per i voti perpetui per tutte le unità del CRE. C’erano tre di questi programmi – in Tuchów, Polonia (2013, 2014 e 2015). Quest’anno (2016) che ha avuto luogo a Kostolna, Slovacchia. Il prossimo anno (2017) sarà a Lviv, Ucraina. Questo ha offerto ai nostri studenti la possibilità di conoscere se stessi e gli altri migliori, così come ha aiutato ad imparare a vivere e lavorare insieme.

Non è un segreto che ci sono diverse mentalità, comprensione della vita religiosa, stili di formazione, e una ecclesiologia diverso all’interno del nostro continente. L’esperienza ci ha aiutato a capire che siamo diversi, ma anche ci ha dato la consapevolezza che l’aspetto più importante è: per scoprire gli aspetti comuni da cui possiamo cominciare a costruire qualcosa di nuovo nonostante le nostre diversità. Abbiamo anche ricevuto un feedback molto positivo dopo la prima “Alfonsiana pellegrinaggio” per quelli in formazione iniziale della Conferenza d’Europa, che ha avuto luogo in Italia nel 2014.

Per quanto riguarda la domanda di evangelizzazione, mi nominare almeno due nuove iniziative. La scuola di evangelizzazione (noto come “REDCAMP”), organizzato dalla Commissione di nuove iniziative missionarie a Cracovia, Polonia (2014) e in Venezia, Italia (2015). L’idea principale è: per raccogliere le persone provenienti da vari paesi, confratelli e altri che sono già coinvolti in nuovi modi di evangelizzazione. Hanno discusso e costruito un nuovo modello di evangelizzazione. Poi, in realtà fatto qualcosa accadere nel campo dell’evangelizzazione, un incontro, un po’ di tempo di preghiera o qualcos’altro. E ‘stato un grande momento per la condivisione tra di noi e con gli altri.

Un’altra iniziativa interessante è il ministero Redentorista (con sede a Astorga, Spagna) con i pellegrini lungo il “Camino de Santiago”. La Provincia di Madrid invita Laici e Redentoristi religiosi per servire e raggiungere i pellegrini a piedi a Santiago de Compostela. Da una parte, ciò offre la possibilità di Evangelizzazione ma offre anche la possibilità di stabilire una comunità redentorista che possono vivere e lavorare insieme per un periodo di tempo. Si tratta di un’opportunità per imparare e lavorare come una squadra.

Potrei citare molte altre iniziative. Per esempio: il primo incontro internazionale dei nostri Partner nella Missione, a Madrid (Spagna). Questa è stata l’occasione per condividere la nostra esperienza di ministero di cooperazione nella CRE. E ‘stato organizzato da una commissione di lavoro chiamato “Partnership nella missione”. Un’altra iniziativa positiva è stata il Simposio Internazionale per Case Editoriale Redentoristi, a Hawkstone, Inghilterra. La mia esperienza personale è che tutti questi sforzi sono solo l’inizio di una visione. I frutti di tutti questi incontri si vedranno in futuro. Questo è solo il primo passo.

..// il testo fa parte di un’intervista molto più lunga che sarà disponibile a breve.

(7 giugno 2016, testo preparato per Enrique López)

Comments are closed.