Tre professori dell’Accademia Alfonsiana al convegno ATISM

0
818

L’Associazione Teologica Italiana per lo Studio della Morale (ATISM) ha celebrato il suo 26º congresso nazionale nella Casa Divin Maestro di Ariccia (Roma) dal 22 al 26 agosto 2016.  Fondata nell’immediato post concilio, nel 1966, l’associazione è oggi composta da 237 iscritti tra i quali si contano vescovi, preti, religiosi, laici, uomini e donne provenienti da tutta Italia che a vario titolo sono impegnati a livello professionale ed ecclesiale nel campo della teologia morale, come insegnanti nelle università, negli studi teologici, nei seminari, nei centri di ricerca e nelle editrici cattoliche.

Ricorrendo il 50º anniversario della fondazione, gli studiosi coinvolti nella teologia morale hanno scelto per il loro congresso il tema: La teologia morale italiana e l’ATISM. A 50 anni dal Concilio: eredità e futuro. Tra i 12 relatori invitati a presentare i loro contributi al congresso figuravano ben tre professori dell’Accademia Alfonsiana che hanno presentato le seguenti relazioni:

1.     La teologia morale asiatica: una lettura dei documenti della FABC (Federation of Asian Bishops’ Conferences) – prof. Vimal Tirimanna, CSsR;

2.     Teologia morale e Teologia della liberazione in America latina – prof. Antonio Gerardo Fidalgo, CSsR;

3.     Guardando al domani della Teologia morale: le sfide – prof. Giovanni Del Missier.

I congressisti hanno anche partecipato all’udienza generale del mercoledì in piazza San Pietro, al termine della quale papa Francesco si è intrattenuto con il presidente dell’ATISM, mons. Basilio Petrà (anche lui docente dell’Accademia Alfonsiana) e alcuni soci, raccomandandosi in modo particolare che i teologi moralisti dedichino particolare attenzione ad Amoris laetitia, sostenendola e divulgandola presso il popolo di Dio.

 

Print Friendly, PDF & Email