Indonesia: “Vai, sei inviato”

0
263

In solidarietà con le altre Unità, continuiamo a condividere le nostre risorse personali.

Sabato sera, 17 dicembre 2022, abbiamo ricevuto notizie da p. Mans Wenge, studiando a Belfast, Irlanda del Nord, che p. Yohanes Umbu Rebu chiamato anche Oan era arrivato sano e salvo. Naturalmente questa è una buona notizia per le Province di Indonesia e Irlanda.

Alla fine è arrivato anche lì. È stato accolto da p. Mans e il freddo dell’Europa. P. Oan ha aspettato il suo visto a Jakarta per mesi. A quanto pare, per lui è una sorta di Avvento. Ci vuole pazienza missionaria. P. Oan studierà ed eserciterà lì il suo ministero.

La settimana prima, il fratello Yosep Jogo e il fratello Sinyo Aliandu hanno lasciato Jakarta e sono arrivati sani e salvi in Nuova Zelanda.

Negli ultimi anni, i confratelli indonesiani hanno prestato servizio in varie Unità in Asia e in Europa. Alcuni hanno lavorato in Australia, Nuova Zelanda, Samoa, Filippine, Singapore, Giappone, Germania, Paesi Bassi e Irlanda. Anche alcuni di loro hanno cambiato Unità.

La disponibilità della Provincia indonesiana a condividere i confratelli non è perché abbiamo un numero eccessivo di membri, ma perché i confratelli sono disposti a condividere la loro vita in solidarietà con le altre Unità della Congregazione. Crediamo di essere Redentoristi per il mondo. È così che pensiamo e ci sentiamo in Indonesia.

Attualmente, diversi confratelli stanno ancora aspettando i visti per andare in missione in altre Unità.

Conserviamoli nelle nostre preghiere e preghiamo gli uni per gli altri affinché i nostri confratelli, ovunque si trovino in missione, rimangano zelanti, fedeli e perseveranti nell’annunciare l’abbondante redenzione, essendo fedeli al carisma e creativi nel cercare nuove vie per raggiungere il abbandonati e poveri del nostro mondo.

Willy Ng Pala, CSsR