Polonia: i missionari redentoristi ei direttori di ritiri hanno tenuto la loro assemblea annuale

0
242

L’immagine della Chiesa in Polonia dopo la pandemia – è stato il tema dell’incontro di quest’anno dei missionari popolari e dei direttori di ritiri della Provincia di Varsavia. Dal 6 all’8 febbraio 2023, trenta Redentoristi si sono incontrati presso il Santuario di Nostra Madre del Perpetuo Soccorso a Cracovia, in Polonia, per riflettere e discutere su come predicare efficacemente il Vangelo nell’era post-pandemia.

L’assemblea è iniziata con una Messa vespertina, presieduta da don Sylwester Cabała CSsR, consultore ordinario. Martedì mattina, la prof.ssa Kaja Kaźmierska, PhD, sociologa, professoressa all’Università di Łódź, capo del Dipartimento di Sociologia della cultura dell’Università di Łódź, ha tenuto due presentazioni principali. Erano dedicati al tema delle scelte religiose. Il professore ha caratterizzato le ragioni del calo della religiosità tra i fedeli durante la pandemia e ha delineato i principali motivi di abbandono della vita religiosa, soprattutto tra i giovani.

Nel pomeriggio ha preso la parola don Dr Jacek Wróbel SAC, direttore di esercizi spirituali, parroco e professore di omiletica al Collegio Pallottino di Oltarzew. Ha presentato varie idee per la narrazione creativa in modo da risvegliare l’interesse degli ascoltatori e stimolarli a riflettere. Il relatore ha sottolineato che una storia non si può solo scrivere ma prima di tutto va vissuta. La giornata si è conclusa con la Santa Messa nel Santuario, presieduta dal provinciale don Dariusz Paszyński CSsR. Nell’omelia ha incoraggiato i missionari a suscitare nella loro predicazione il desiderio di Dio Creatore.

Il terzo giorno dell’assemblea è iniziato con l’Eucaristia mattutina nel santuario. È stato presieduto da don Zbigniew Małolepszy, che ha tenuto l’omelia. Nelle sue parole, don Zbigniew, riferendosi al culto dell’icona di Nostra Madre del Perpetuo Soccorso, ha condiviso la sua ricca esperienza di predicazione della Parola di Dio nel suo lavoro missionario in Brasile nella Viceprovincia di Bahia.

Mercoledì, il relatore ospite all’assemblea è stato don Dariusz Pabiś, PhD, professore al Seminario Maggiore Redentorista di Tuchow. Ha presentato la situazione della Chiesa durante e dopo la pandemia. Ha sottolineato che questa non è stata la prima epidemia nella storia dell’umanità, ma la pandemia di COVID-19 è diventata un catalizzatore di alcuni atteggiamenti legati alla religiosità. Sfortunatamente, molte persone vagamente legate alla Chiesa hanno usato questo momento per giustificare il loro allontanamento dalla fede. Per questo oggi è importante avvicinarsi a loro e, prima di tutto, predicare il kerygma perché possano riscoprire Dio nella loro vita.

Al termine dell’assemblea, i partecipanti hanno anche preso conoscenza degli sviluppi attuali nel campo delle missioni popolari e dei ritiri, presentati da don Wojciech Bieszke, CSsR, presidente del Segretariato provinciale per le missioni e gli esercizi spirituali. Attualmente, ca. 65 Redentoristi sono direttamente coinvolti nelle attività missionarie e di ritiro in Polonia e Bielorussia. Negli ultimi quattro anni, nonostante la pandemia e quindi le limitate possibilità di attività, i Redentoristi in Polonia hanno condotto 269 missioni popolari, 144 rinnovi missionari e 1026 ritiri parrocchiali.

P. Lukasz Baran CSsR
(www.redemptor.pl)