Argentina: Una folla il primo sabato in onore del Perpetuo Soccorso

0
235

(Salta, Argentina) Il sacerdote Javier Roldán ha anticipato che quest’anno Padre Alejandro García, che è un missionario redentorista che vive nel paese africano del Mozambico, predicherà la novena.

Sabato 22 aprile, alle 6:30 è iniziata la preghiera del Rosario de la Aurora per nove sabati nella chiesa di San Alfonso, in onore della Vergine del Perpetuo Soccorso. “Il rosario è stato recitato uscendo dal tempio in processione lungo via Leguizamón fino ad Av. Sarmiento. Da lì abbiamo proseguito per Santiago del Estero fino al 25 maggio e poi la messa è stata celebrata nella chiesa”, ha detto Delia Aguilar, una devota della Vergine.

Come da tradizione, al termine delle attività religiose, sono stati distribuiti ai presenti cioccolata calda e pane dolce. “L’intera comunità educativa della scuola San Alfonso, primaria e secondaria, ha partecipato a questa opportunità. I diversi gruppi tradizionalisti hanno accompagnato anche la Vergine Gaucha”, ha evidenziato Aguilar.

Da parte sua, padre Javier Roldán ha detto: “Siamo molto contenti dell’inizio dei nove sabati prima della festa, perché ci prepara a tutti. Il motto di quest’anno è ‘Con Maria, madre della speranza, sulle orme del Redentore’, perché come comunità vogliamo alzare la testa e camminare dietro a Gesù, che è l’unico che può guidarci sulla strada migliore, in un tempo di divisioni, problemi economici e sociali”.

Ignacio Ramírez, membro della confraternità Los Yacones, custode del Perpetuo Soccorso, ha raccontato: “Custodisco la Vergine da quando avevo tre anni. Cioè, una vita, da quando ero un gaucho. Ho molta fede. Quest’anno chiedo soprattutto per la salute di tutta la famiglia di tutti gli argentini.

Vale la pena ricordare che ogni anno il 27 giugno si celebra la festa in onore della Madonna del Perpetuo Soccorso, patrona dei Padri Redentoristi. L’immagine si trova sull’altare maggiore della chiesa di San Alfonso e ricorda le cure che la Vergine ha riservato a Gesù dal concepimento fino alla sua morte e risurrezione.

157 anni dal ripristino del culto pubblico del Perpetuo Soccorso (130 anni del santuario)

Quest’anno ricorre il 157° anniversario del ripristino alla pubblica devozione dell’originale icona della Madonna del Perpetuo Soccorso della chiesa di Sant’Alfonso a Roma, che Pio IX donò ai Redentoristi.

Nel 1883 i Padri Redentoristi arrivarono a Salta e si stabilirono nella chiesa di La Merced per andare in missione a cavallo nelle Valli Calchaquíes.

Secondo i resoconti degli storici, il 19 aprile 1894 fu completata la costruzione di un tempietto consacrato alla Vergine del Perpetuo Soccorso, nell’attuale via Leguizamón. Poi, nel 1908, fu realizzato un importante ampliamento dell’edificio. I lavori terminarono il 1° agosto 1911. Alla sua inaugurazione, San Alfonso, fondatore della Congregazione Redentorista, fu dichiarato patrono della chiesa, e la Vergine del Perpetuo Soccorso, la sua dedicazione. Nel 1957 monsignor Roberto Tavella la elevò al rango di parrocchia, ribattezzata Parrocchia Madonna del Perpetuo Soccorso e San Alfonso.

Nella parrocchiale di Salta si conservano due repliche del dipinto, quella che esce in processione e quella che si trova sull’altare maggiore. Il ritratto originale misura 0,60 x 0,90 m ed è a Roma.

(www.eltribuno.com)

Print Friendly, PDF & Email