Saluto al Santo Padre da p. Rogério Gomes C.Ss.R.

0
204

Caro Padre, Papa Francesco,

A nome di tutti i partecipanti al nostro XXVI Capitolo Generale, ti ringrazio dal profondo del mio cuore per averci accolto al termine del nostro lavoro. Esprimo un cordiale saluto a nome dei missionari Redentoristi presenti nel mondo, dei laici che ci sostengono e di tutte le congregazioni che si ispirano al nostro carisma. La ringrazio sinceramente, Santo Padre, per averci concesso questo importantissimo incontro fraterno che sosterrà la nostra missione di andare alle periferie esistenziali del mondo.

Santo Padre, come lei ben sa, siamo una Congregazione missionaria di sacerdoti e fratelli, fondata il 9 novembre 1732 da sant’Alfonso Maria de Ligorio, Dottore della Chiesa. Con l’ardore missionario di san Clemente Maria Hoffbauer, la Congregazione si espanse poi fuori dall’Italia. Tra 10 anni festeggeremo 300 anni di esistenza. Attualmente siamo 4617 confratelli presenti in 85 paesi del mondo. Siamo organizzati in 5 conferenze: Europa, Nord America, America Latina e Caraibi, Asia e Oceania, Africa e Madagascar.

La nostra missione è annunciare il Vangelo ai più poveri e abbandonati attraverso molteplici forme di formazione pastorale e morale-teologica con l’Accademia Alfonsiana. In questo XXVI Capitolo, per rispondere fedelmente al nostro carisma nella fedeltà ai segni dei tempi, riflettiamo sulla nostra identità redentorista, sulla nostra missione, sulla nostra vita consacrata redentorista, sulla proposta morale teologica che proponiamo, sulla formazione alla missione e orientamento, Leadership per la missione. Questi giorni sono stati per noi una vera Pentecoste e un’occasione per conoscere i diversi volti della nostra Congregazione.

Ti ringraziamo, Santo Padre, per il tuo fecondo insegnamento e la tua parola profetica, che ci incoraggia nei vari ambiti della nostra Missione al fedele servizio alla Chiesa. Grazie, Santo Padre, per il tuo coraggio nel portare avanti il ​​rinnovamento ecclesiale con dentro il cuore l’inclusione e l’accoglienza di tutti. Il tuo invito ad ascoltare il grido della terra e dei poveri è per noi un monito che illumina la nostra missione. I tuoi insegnamenti stimolano incessantemente la nostra missione Redentorista. E da parte nostra, faremo tutto il possibile per collaborare alla tua missione di Pastore supremo e di primo missionario che ci spinge a lasciare la nostra zona di comfort e ad andare verso i più poveri e abbandonati.

Da parte nostra, continueremo ad accompagnare il tuo ministero petrino con le nostre preghiere alla Madre del Perpetuo Soccorso e a Sant’Alfonso. Chiediamo sinceramente la vostra Benedizione Apostolica.

San Pietro, 01 ottobre 2022

Rogério Gomes, C.Ss. R.
Superiore Generale

Print Friendly, PDF & Email