Haiti: i Redentoristi e l’uragano Matthew

0
910

Il Padre Generale e il Fr. Jeffrey Rolle, Consigliere generale, hanno scritto a P. Kénol Chéry, Superiore Regionale di Haiti. Costui ha molto ringraziato la nostra solidarietà e ci ha fatto un breve riassunto sulle conseguenze del passaggio dell’uragano sulle nostre comunità:

“L’uragano si è abbattuto su tutto il paese con forti venti, pioggia e mareggiate, ma le nostre comunità a Port-au-Prince, Cap-Haitien et Hinche hanno potuto resistere.

Però il sud, dove abbiamo tre comunità (due a Les Cayes e una a Jérémie) è diviso dal resto del paese. Fino ad oggi non si può visitare queste comunità. È anche molto difficile avere delle notizie. Per fortuna ieri, abbiamo potuto parlare cinque minuti al telefono con i confratelli di Les Cayes. Ci hanno detto che si sono registrate inondazioni, frane e molti danni. Ad esempio, la chiesa parrocchiale di Château è completamente distrutta. Tutte le famiglie dei confratelli del sud sono state colpite. I tetti delle loro case hanno volato a pezzi. Per fortuna, non abbiamo registrato morti o feriti.

Per quanto riguarda Jérémie, dove abbiamo la casa di formazione per i pre-novizi e il noviziato, è impossibile comunicare con i confratelli che ci vivono. Tutti i canali di comunicazione sono distrutti. Si può andare a Jérémie soltanto in elicottero.

Ecco per il momento lo stato della situazione. Grazie per le vostre preghiere e solidarietà fraterna”.

João Pedro Fernandes, CSsR

Consigliere generale

06.10.2016

haiti_uraganohaiti_cssr

Print Friendly, PDF & Email