XI Seminario internazionale su biomedicina, etica e diritti umani / IV Incontro su etica e società

0
450

(Spagna) – Il 15 e 16 novembre si è tenuto l’XI seminario internazionale su Biomedicina, etica e diritti umani / IV Incontro su etica e società organizzato da FUNDERÉTICA in collaborazione con altri enti.

I workshop degli esperti e le lezioni si sono svolte nell’auditorium della Facoltà di Giurisprudenza e Scienze Politiche dell’UNED. Sia la classe che l’aula abilitata a seguire le lezioni a circuito chiuso erano piene di studenti e professionisti del settore sanitario e potevano essere viste attraverso internet in modo diretto.

Tra il pubblico un gruppo di laici Redentoristi delle province di Spagna e Portogallo, così come i diversi membri del Centro Residenziale per Anziani Madonna del Perpetuo Soccorso de Santa Fe a Granada (un centro Redentorista).

Durante il seminario, sono stati presentate le pubblicazioni: Cuadernos de Ética en Clave Cotidiana “Internet y las Redes Sociales. Aspectos Éticos”; “Ética y vida: la bioética” e “Paseos para hacer en compañía” (a cura di FUNDERÉTICA insieme  alla casa editrice Perpetuo Socorro e finanziate dal Centro Residenziale per Anziani Madonna del Perpetuo Soccorso). Inoltre, José Luis Pareja Rivas, direttore del Centro, ha partecipato alla tavola rotonda “Come dovrebbe essere trattato l’invecchiamento?” moderata da Alfredo Bohorquez Rodriguez, presidente della “Alianza Científico Profesional para el Estado de Bienestar”  (ACEB), Matilde Pelegrí Torres, presidente della Fondazione “Mayores de Hoy” e Lucia Martinez Utrera, specializzata in neuropsicologia della società Másquemente.

Rafael Junquera de Estéfani, presidente di FUNDERÉTICA, ha tenuto la lezione conclusiva affrontando gli aspetti etici della ricerca. Tutti i documenti possono essere rivisti attraverso la pagina web dell’UNED e il sito web FUNDERÉTICA www.funderetica.org

Oltre alla parte accademica, il seminario ha mostrato il suo impegno nei confronti delle organizzazioni sociali. Quest’anno è stata invitata la Duchenne Parent Projet Foundation (formata da familiari di bambini affetti da Distrofia Muscolare di Duchenne) ed è stata organizzata una mostra d’arte solidale per raccogliere fondi.

I partecipanti hanno visto come i relatori hanno condiviso il frutto di molti anni di ricerca per metterlo a loro disposizione. Grazie ai loro sforzi, si aprono nuove strade nel campo della biomedicina, dell’etica e dei diritti umani. Ed è così che l’umanizzazione dell’assistenza sanitaria, uno dei temi centrali dell’incontro, finisce per servire ad umanizzare anche le altre aree della società.

E. Ordiales

Print Friendly, PDF & Email