Covid-19: Haiti, ciò che verrà può essere catastrofico

0
72

(Port au Prince, Haiti) – Scala News ha ricevuto una lettera dal superiore regionale redentorista residente ad Haiti con alcune informazioni importanti.

“Il male che nessuno voleva è arrivato nel paese (Covid-19). Lo stato ha già confermato 8 persone positive per ora. Dal 19 marzo, il presidente ha dichiarato lo stato di emergenza sanitaria in tutto il paese. Allo stesso tempo, sono state prese alcune decisioni per fermare la diffusione del virus, una delle quali è chiudere le chiese fino a un nuovo ordine. I sacerdoti celebrano il culto senza fedeli e lo trasmettiamo in diretta attraverso i social network”, così ha scritto padre Renold Antoine, descrivendo la realtà del paese di fronte ai primi contagi del coronavirus.

Sfortunatamente, questo è solo l’inizio di qualcosa che, come vediamo in tutti i paesi, sta provocando molte vittime mortali.

“Quando vediamo ciò che sta accadendo per strada, pensiamo a ciò che verrà, potrebbe essere catastrofico, dal momento che la popolazione vive la sua vita giorno per giorno e non ha gli elementi essenziali per affrontare questo virus”.

“Non c’è acqua per lavarsi le mani come richiesto, non c’è elettricità nelle case e non ci sono nemmeno ospedali. Molte persone vivono per strada, quindi è molto difficile rimanere solo in un luogo fisso da qualche parte. Come Redentoristi offriamo il nostro aiuto non solo spiritualmente, ma anche materialmente posizionando serbatoi d’acqua in alcuni spazi in modo che le persone possano almeno lavarsi le mani. Condividiamo anche il cibo con i più poveri ”, continua padre Renold.

“Possa il Signore avere misericordia del Paese e della sua gente perché non abbiamo un’infrastruttura sanitaria per affrontare una crisi simile!”

Renold Antoine, CSsR, segretario regionale

Print Friendly, PDF & Email