Pahunch (Outreach to migrants) dei Redentoristi della V. Provincia di Majella

0
131

(India) In risposta al tema del 25° Capitolo Generale della Congregazione Redentorista (2016), “Testimoni del Redentore: in solidarietà per la missione in un mondo ferito”, i Redentoristi della V. Provincia di Majella (Maharashtra, Goa, Mangalore, Udupi, Karwar e Belgaum) hanno adottato “Migranti / Persone in movimento” come la loro principale Priorità Missionaria (Le Persone che serviranno di più). Nasce così “Pahunch” come iniziativa della V. Provincia Redentorista della Majella per “raggiungere” i migranti proclamando la Parola di Dio attraverso la cura pastorale, i servizi di consulenza, il sostegno materiale e finanziario, la promozione di vario tipo per permettere ai migranti di integrarsi alla società nei luoghi in cui devono risiedere, prevalentemente Mumbai, Vasai e Goa.

L’Enciclica Sociale di Papa Francesco, “Fratelli Tutti”, è stata un enorme fattore motivante per continuare il lavoro dei Redentoristi attraverso Pahunch. Il Santo Padre invita la Chiesa e, anzi, tutte le persone a lavorare insieme per sanare le ferite di un’umanità spezzata, in lotta e sofferente nel nostro tempo, particolarmente devastata dalla pandemia. L’immagine del “Buon Samaritano” continua a sfidare la Chiesa a continuare a porsi la domanda: “Di chi sono il prossimo?” Quando rispondiamo onestamente a questa domanda, siamo motivati ​​a essere operatori di pace, abbattere muri e costruire ponti che uniscano le persone indipendentemente da credo, etnia, razza, tribù o qualsiasi altro fattore di divisione che separa le persone.

Testimoni del Redentore attraverso Pahunch, i Redentoristi continuano a sforzarsi di portare una speranza concreta a un gruppo significativo della comunità di migranti, la gente della regione di Chhotanagpur del paese. L’Arcivescovo John Barwa dell’Arcidiocesi di Cuttack Bhubaneshwar, egli stesso originariamente un tribale della zona di Chhotanagpur del paese, ha visitato la Vice Provincia di Majella ed è stato ospite in due delle nostre comunità di Vasai e Chembur a Mumbai. Il 26 gennaio l’Arcivescovo ha celebrato la Messa a Vasai per la comunità di migranti che anche i Redentoristi hanno svolto attraverso “Pahunch” e il 31 gennaio 2021 ha celebrato nuovamente l’Eucaristia nella parrocchia di Nostra Signora del Perpetuo Soccorso, a Chembur. Durante questa celebrazione eucaristica, era presente a questa celebrazione anche mons. Allwyn D’Silva, vescovo ausiliare di Mumbai e rappresentante del cardinale Oswald Gracias, arcivescovo di Mumbai. Questo è stato un momento importante per ringraziare il Signore con la comunità di migranti per tutte le benedizioni di essere tutti insieme fratelli e sorelle, “Fratelli Tutti”, durante la pandemia del 2020. L’Arcivescovo Barwa ha sottolineato il lavoro dei Redentoristi svolto dalla comunità di migranti durante la pandemia con gratitudine e ha anche incoraggiato i Redentoristi della Vice Provincia a continuare a servire mentre viaggiano con la comunità di migranti sia a Vasai che a Mumbai. Mons. Allwyn ha anche espresso la sua gratitudine a nome dei vescovi della regione occidentale dell’India per il lavoro dei Redentoristi per i migranti nella regione occidentale attraverso “Pahunch”.

Fortificati con la grazia del Redentore riscontrata in queste due celebrazioni eucaristiche, i Redentoristi della Vice Provincia si impegnano a continuare con dedizione attraverso Pahunch per continuare ad estendere in modo solidali la missione ai nostri fratelli e sorelle feriti, alla nostra comunità di migranti.

Joseph Ivel Mendanha, C.Ss.R

Superiore Viceprovinciale
Redentorista della V. Provincia della Majella

Print Friendly, PDF & Email