Festa di Sant’ Alfonso, fondatore dei Redentoristi

0
676

Scala News augura a tutti una felice festa di S. Alfonso, fondatore dei Redentoristi

Vorremmo condividere alcuni numeri interessanti di S. Alfonso

L’autore più popolare:

“Nel 1933 un Redentorista fiammingo, P. Maurice De Meulemeester, ha pubblicato un volume di 370 pagine che elenca tutti i lavori stampati di S. Alfonso e la lista dei suoi traduttori ed editori. In base a questo, c’erano stati 4.110 edizioni di S. Alfonso in lingua originale, vale a dire italiano o latino. Complessivamente si parla di 17,125 edizioni rintracciabili in 63 lingue. Oltre ai suoi libri e opuscoli, sono state pubblicate 1.451 lettere di S. Alfonso. In cifre fornite nel 1961 per Shakespeare, il numero di lingue in cui era stato tradotto era 77. Ma nelle edizioni delle sue opere, Shakespeare, con un vantaggio di 150 anni, precedeva S. Alfonso da circa 7.000 edizioni. (Un’edizione qui significa una pubblicazione contenente una o più delle sue opere) Nel mese di agosto 1962, un articolo di R. J. Miller C.SS.R. in ‘The Liguorian’ ha calcolato che c’erano stati circa 21.000 edizioni delle varie opere di S. Alfonso. Ciò significa che, a partire da quel momento, qualcuno dei suoi lavori era stato pubblicato in una nuova edizione da qualche parte nel mondo ogni tre o quattro giorni per i precedenti 200 anni!
Padre Miller dice che S. Alfonso di Liguori, come autore pubblicato, non ha concorrenti: «L’autore più popolare, che sia mai vissuto, è stato S. Alfonso de ‘Liguori, e non ha mai scritto un romanzo. Nessun altro scrittore, sacro o profano (non stiamo parlando della Sacra Bibbia, che è un caso aparte), antico o moderno, ha avuto così tante diverse edizioni delle sue opere pubblicate come S. Alfonso»” (Fonte: Thirty-Three Doctors of the Church, Rengers C. O.F.M. Cap., Washington, 1993, p. 623-624)

Dottore della Chiesa

“La Chiesa Cattolica riconosceva l’ampia influenza di S. Alfonso de’ Liguori dichiarandolo un Dottore della Chiesa il 7 luglio 1871, come proclamato dalla lettera apostolica di Pio IX. Ciò è stato fatto 32 anni fa dopo la canonizzazione di S. Alfonso, che ebbe luogo il 26 maggio 1839, e meno di un secolo dopo la sua morte. «San Tommaso d’Aquino dovette aspettare 3 secoli, S. Roberto Bellarmino e S. Pietro Canisio più di tre secoli. S.  Alberto Magno non fu dichiarato Dottore della Chiesa  fin quando non furono passati sette secoli. S. Alfonso, quindi, ricevette il titolo in meno di un secolo dopo la sua morte.» … I Dottori che più erano vicini a lui cronologicamente, ma ancora più di un secolo e mezzo prima, furono San Francesco de Sales (+1622) e S. Lorenzo da Brindisi (+1619).” (Fonte: Thirty-Three Doctors of the Church, Rengers C. O.F.M. Cap., Washington, 1993, p. 624)

 

Glorie di Maria

“Le Glorie di Maria «è forse il libro sulla Beata Vergine  più ampiamente letto nel mondo.» [F. J. Connell in ‘Thought’, Fordham U. Press, 7:279-287]. A partire dal 1933, Le Glorie di Maria sono state pubblicate 32 volte in Inglese e 736 volte in tutto.” (Fonte: Thirty-Three Doctors of the Church, Rengers C. O.F.M. Cap., Washington, 1993, p. 617)

Print Friendly, PDF & Email