L’Icona della Compassione: Il primo giorno del Congresso-Pellegrinaggio a Baclaran, Manila

0
762

Esortando i partecipanti a diventare i missionari di compassione, è stato inaugurato il  congresso-pellegrinaggio di quattro giorni con il tema “Icona di Compassione”  al santuario nazionale della Madonna del Perpetuo Soccorso, a Baclaran, Manila nelle Filippine. Dopo una danza piena di colori davanti al santuario che onoro la Madonna, preparata dalla gioventù locale, c’è stata una processione solenne alla chiesa seguita dalla Eucarestia inaugurale alle 8.00 presieduta dal Vescovo Redentorista Mons. Emmanuel Cabajar e concelebrata dal Superiore Generale P. Michael Brehl, dal Vescovo Emerito della Diocesi di Surigao Mons.  Ireneo Amantillo CSsR e da confratelli provenienti da diverse parti del mondo in qualità di delegati.

Ad esclusione dei delegati provenienti da altri paesi, ci sono quasi 400 partecipanti nel Congresso- Pellegrinaggio, da diverse parti delle Filippine che sono venuti al santuario per rendere onore alla Madonna del Perpetuo Soccorso. Le sessioni del primo giorno sono state animate da P. Carlos Ronquillo, CSsR (L’anno della Misericordia e il 150° Giubileo della Madonna del Perpetuo Soccorso), P. Dmytro Dnistrian, CSsR (La tradizione Cattolica orientale e l’Icona della Madonna del Perpetuo Soccorso), P. Amado Picardal, CSsR (La devozione alla Madonna del Perpetuo Soccorso nelle Filippine: Prospettiva fenomenologica), e Suor Miriam Alejandrino, OSB (Mariologia nell’Anno Giubilare: La Madonna del Perpetuo Soccorso nel 21° secolo). Dopo ogni presentazione del tema ci sono state brevi discussioni di gruppo e i partecipanti sono stati incoraggiati a porre domande. Ci sono stati anche programmi culturali animati dopo ogni sessione per aiutare i pellegrini a rilassarsi e ad essere intrattenuti.

Probabilmente essendo l’unica chiesa nelle Filippine che è aperta al pubblico 24×7, il santuario nazionale di Baclaran si distingue come luogo di sollievo che consola la gente proveniente da tutto il paese e  serve anche come piattaforma per seri ministeri sociali tra agitazioni politiche e il mutevole scenario della cultura della violenza. Ciò che rende questo scenario speciale è che chiunque viene per la prima volta  può sentirsi a casa e si può sentire che la gente porta la devozione alla Madonna del Perpetuo Soccorso a casa con loro.

Durante le sessioni ai partecipanti non solo viene ricordato di celebrare i 150 dell’Icona con i Redentoristi, ma anche di continuare a farla conoscere tra le sfide del nostro mondo frenetico. La Madonna del Perpetuo Soccorso ci chiama ad essere più orientati all’azione e non solo ad essere devoti. L’icona della Madonna del Perpetuo Soccorso non è solo l’Icona di amore, ma anche un’Icona della Misericordia e della Compassione.

Print Friendly, PDF & Email