San Clemente Hofbauer e il suo ministero pastorale

0
462

Il 200° anniversario della morte di San Clemente Hofbauer ci invita a conoscere più profondamente la ricca personalità di questo missionario redentorista. L’ultimo numero dello Spicilegium Historicum è dedicato interamente alla persona del nostro santo Confratello. Particolarmente degno di nota è il tentativo di presentare l’imponente attività pastorale di San Clemente a Varsavia e a Vienna in articoli scritti da P. Vincenzo da Mendola C.Ss.R. e P. Ryszard Hajduk C.Ss.R.

 

Vincenzo La Mendola, C.Ss.R., La proposta pastorale di San Clemente Maria Hofbauer – origini, sviluppi e attualità [l’estratto dalla introduzione dell’articolo]:

La biografia di san Giovanni Clemente Maria Hofabuer, in quasi in tutti i suoi aspetti e momenti, è stata studiata ampiamente. […] Nonostante i risultati raggiunti, vi sono aspetti della personalità e del messaggio spirituale dell’Hofbauer da approfondire, per la loro importanza nodale e per la loro attualità. […]

Tra tutti, vogliamo prenderne in considerazione uno che ci sembra fondamentale per la sua importanza: l’azione pastorale che l’Hofbauer esercitò a Varsavia e a Vienna, dal 1787 al 1820. Nella sua genesi, negli sviluppi, nei contenuti e nelle modalità di attuazione, essa assunse un volto missionario, caratterizzato fortemente dall’identità redentorista, incarnata ed espressa in una serie di opere apostoliche e caritative, realizzate, che la resero multidimensionale ed efficace.

Alla base di questo processo, c’è la capacità di leggere i segni dei tempi, di intercettare le urgenze sociali ed ecclesiale di un contesto ben determinato e di cercare risposte adeguate, a partire dalla propria identità carismatica. Tutte le realizzazioni pastorali di san Clemente ebbero un denominatore comune: la missione, intesa come ricerca di mezzi e strumenti per conseguire la salvezza dell’uomo. […]

Clemente ebbe chiara la finalità della propria vocazione: annunciare il Vangelo ai più abbandonati, specialmente a coloro che sono sprovvisti di aiuti spirituali; cercare e promuovere la dignità di ogni uomo, specialmente dei poveri, orientarlo alla salvezza, attraverso la proposta di un cammino di conversione chiaro e di un itinerario di santità arduo; creare luoghi e momenti di incontro e di dialogo, tra religioni e confessioni cristiane; promuovere l’integrazione delle minoranze linguistiche e culturali; evangelizzare attraverso la cultura e l’arte; educare i giovani alla vita buona del Vangelo attraverso un serio accompagnamento spirituale; estendere l’annuncio di Cristo ai vicini e ai lontani e presentarlo come buona novella; curare le ferite e indicare percorsi di guarigione interiore.

 

Indice dello Spicilegio Historicum, , Vol. LXVIII, Fasc.1

  • La Mendola, Vincenzo, C.Ss.R., La proposta pastorale di San Clemente Maria Hofbauer. Origini, sviluppi e attualità,  3-93.
  • Hajduk, Ryszard, C.Ss.R., La actividad de San Clemente Hofbauer como ejemplo de la contextualización pastoral, 95-114.
  • Dąbrosz-Drewnowska, Paulina, Abbé Edgeworth de Firmont, dernier confesseur de Louis XVI, ami de Clement Hofbauer,   115-147.
  • Macko, Martin, C.Ss.R., Karl Hofbauer, Bruder des hl. Klemens, Kolonist im Temeswarer Banat,  149-172.
  • Frank, Peter, Hermann Hofbauer, C.Ss.R., und seine angebliche Verwandtschaft zum hl. Klemens M. Hofbauer, 173-175.
  • Leitgöb, Martin, C.Ss.R, Hundert Jahre nach dem Tod von Klemens Maria Hofbauer: Vorgeschichte, Gestalt und Programatik der Wiener Jubiläumsfeiern im Jahre 1920,  177-190.
  • Macko, Martin, C.Ss.R., Zwei Dokumente zur Redemptoristen-Mission in Bulgarien, 1835-1840, 191-259.
  • Owczarski, Adam, C.Ss.R., Bibliografia Hofbaueriana (2001-2019), 261-274.
Print Friendly, PDF & Email