Aiuti per gli anziani dalla Fondazione Ethel sotto la direzione di don Cornel Omondi CSsR con associati laici in Kenya

0
93

(Kenya) – La Fondazione Ethel ha iniziato la distribuzione di pacchi di alimenti agli anziani dal 1 ° maggio 2020 in Kenya. Proverbi 16:31 afferma che i capelli grigi sono una corona di gloria, quindi gli anni d’oro della vita dovrebbero essere riempiti di soddisfazione. È un obbligo biblico per i cristiani prendersi cura degli anziani. Come fondazione Ethel per gli anziani abbiamo 44 dipendenti a cui forniamo gli elementi essenziali di base e l’assistenza medica, interamente dipendenti dal contributo e dalle donazioni dei membri. In Deuteronomio 15:11 si legge: agli israeliti fu comandato di aiutare le persone che sono povere e bisognose in mezzo a loro.

Il 1 ° maggio abbiamo visitato tutti i nostri dipendenti per la distribuzione ordinaria di prodotti alimentari. Ci siamo incontrati negli uffici parrocchiali e abbiamo diviso i panieri in 44 pacchi. Ogni gruppo doveva distribuire i panieri a una decina di famiglie, il che ci avrebbe aiutato a finire prima del coprifuoco nazionale delle 19:00. La prima donna visitata dalla mia squadra era Christine, una laica molto allegra che ci cantava bellissime canzoni pasquali. Tuttavia, il brillante viso rugoso è una maschera dietro la solitudine e l’agonia di una donna di novant’anni. Ci siamo sentiti tutti soli ad un certo punto della vita, ma immaginiamo di essere soli un mese dopo l’altro.

Lei vuole che restiamo e condividiamo storie, ma dobbiamo passare al prossimo uomo della lista. Si chiama Mwarania e giubila quando ci vede arrivare. Dice che non vedeva l’ora della nostra visita di routine e ci ha benedetti con un versetto della Bibbia in 2 Corinzi 9: 8 che dice che Dio ci avrebbe benedetti abbondantemente in modo che avessimo tutto ciò che avremmo sempre desiderato.

Il prossimo uomo che visitiamo Muguna M’Inoti ci accoglie nella sua piccola casa, ma purtroppo solo due di noi possono entrare. Io e il sacerdote entriamo; diciamo una breve preghiera, gli consegniamo il pacco, poi andiamo via. Quindi, visitiamo una signora parzialmente cieca, la cui casa è piena di grandi buchi. Non riesco a immaginare come si senta in questa stagione fredda.

L’intero viaggio è pieno di tante storie così devastanti. La giornata si è conclusa con successo intorno alle 18:30. San Gregorio Nazianzeno disse: “Dai qualcosa, per quanto piccolo, a chi è nel bisogno. Perché non è piccolo per chi non ha nulla. Né è piccolo per Dio se abbiamo dato ciò che potevamo”. Altre foto dell’evento sono disponibili sul nostro sito web della fondazione https://www.ethelfoundation.or.ke/. Non vedo l’ora che arrivi il prossimo giorno per toccare queste bellissime anime.

Annvera Kananu
Membro, Ethel Foundation per anziani

Print Friendly, PDF & Email